italyit
Resource Stewardship: un nuovo trend integra la gamma dei MegaTrends

Resource Stewardship: un nuovo trend integra la gamma dei MegaTrends

03-02-2022 | Visione

A giugno 2020 si è tenuto il cinquantesimo incontro annuale del World Economic Forum (WEF), dedicato principalmente a come ricostruire la società e l’economia dopo la pandemia da Covid-19. La riunione è stata ribattezzata “The Great Reset”, vista la convinzione diffusa tra i delegati che la società e l’economia debbano basarsi su principi più sostenibili.

  • Steef  Bergakker
    Steef
    Bergakker
    Senior Portfolio Manager
  • Marco van Lent
    Marco
    van Lent
    Senior Portfolio Manager Equities
  • Dora Buckulčíková
    Dora
    Buckulčíková
    Equity Analyst

In breve

  • Preservare la Terra è una delle principali sfide del nostro tempo per i governi, le aziende e gli individui
  • Abbondano le opportunità in termini di miglioramento dell’efficienza, di risparmio energetico e di prodotti e soluzioni in grado di cambiare il paradigma
  • La Resource Stewardship si incorpora come quinto trend di investimento nelle strategieMegaTrends e Rolinco

Con un senso di urgenza più forte che mai e in previsione della COP26 di Glasgow dell’anno successivo, la riunione del WEF aveva chiesto che la crescita economica diventasse più verde, più intelligente e più equa. I governi di tutto il mondo hanno reagito favorevolmente, promuovendo un vasto numero di iniziative (tra cui la “Build Back Better” statunitense e il “Green Deal” dell’Unione Europea) che affrontano molte delle questioni sollevate da “The Great Reset” e dai suoi predecessori.

Se è vero che queste iniziative politiche si differenziano nel dettaglio, hanno tuttavia come elemento comune i continui sforzi per la decarbonizzazione dell’attività economica e per una società e un’economia più sostenibili. Gli sforzi per decarbonizzare si concentrano sull’elettrificazione dei trasporti, sull’uso più intelligente dell'energia e sulla creazione di elettricità da fonti rinnovabili (eolico e solare). Anche la riduzione dei rifiuti e l’utilizzo più efficiente delle risorse sia naturali che umane sono il fulcro della transizione verso una crescita economica più sostenibile.

Scopri gli ultimi approfondimenti in tema di sostenibilità
Scopri gli ultimi approfondimenti in tema di sostenibilità
Abbonati

Ambizioni sostenute da impegni finanziari

La pressione al cambiamento è chiaramente in crescita, con i governi e le società di tutto il mondo impegnati a investire cifre impressionanti per iniziative di transizione climatica. Nella UE, il piano di investimento Grean Deal si prefigge di mobilitare almeno 1.000 miliardi di Euro di investimenti sostenibili nel prossimo decennio, mentre con l’American Jobs Plan (uno dei tre elementi del programma Build Back Better), l’amministrazione Biden sta investendo 174 miliardi di USD per incentivare l’adozione di veicoli elettrici, 100 miliardi di USD per finanziare la transizione verso la produzione di energia elettrica carbon free entro il 2035 e 180 miliardi di USD per ricerca e sviluppo, compresa una cifra notevole da destinare a ricerche in materia di energia pulita e clima.

La pressione al cambiamento è chiaramente in crescita, con i governi e le società di tutto il mondo impegnati a investire cifre impressionanti per iniziative di transizione climatica.

Inoltre, alla COP26 di Glasgow, la Cina e gli USA si sono accordate per collaborare nell’adozione di misure che limitino i cambiamenti climatici, attraverso la riduzione delle emissioni di metano, il graduale abbandono del carbone e la protezione delle foreste. Nel frattempo, l’India ha promesso di produrre metà della propria energia da fonti rinnovabili entro il 2030. Oltre 450 banche, assicurazioni, fondi pensione e altre aziende (che gestiscono un totale di 130 mila miliardi di USD)1 si sono impegnati a utilizzare i propri fondi per azzerare le emissioni nette entro il 2050. Se l’importo esatto degli investimenti potrebbe subire variazioni dovute a negoziazioni e limiti di budget, le ambizioni politiche sono chiaramente sostenute da impegni finanziari solidi.

Figura 1: Piano di investimento del Green Deal della UE

Fonte: Commissione europea

Le opportunità di investimento abbondano, ma non è facile scegliere

I piani di investimento multiformi che mirano alla transizione verso un’economia più sostenibile offrono buone opportunità di investimento. Le ingenti somme investite tanto dai governi quanto dai privati attraggono aziende e investitori. Nelle industrie e nei settori destinati a trarre vantaggio dagli investimenti sostenibili si è già registrata un’impennata delle attività di start up, oltre all’ingresso di affermati operatori provenienti da altri comparti.

Le ingenti somme investite tanto dai governi quanto dai privati attraggono aziende e investitori”

Anche i flussi verso fondi di investimento sostenibili sono aumentati a ritmo sostenuto e sono destinati a continuare a crescere. Tuttavia, ciò significa che per gli investitori scegliere non sarà facile. Le valutazioni sono salite, mentre la forte concorrenza potrebbe abbassare i rendimenti societari aggregati sul capitale investito. Riteniamo che solo investendo nei fornitori di soluzioni più intelligenti, più verdi ed economicamente sostenibili alle sfide ambientali, sociali ed economiche si potranno condividere i successi economici di lungo termine delle aziende vincenti sul fronte della sostenibilità, contribuendo così a un mondo migliore.

Figura 2: Tecnologia climatica: finanziamenti di venture capital per segmento

Fonte: Climate Tech VC, agosto 2021

Introduzione della Resource Stewardship come quinto trend dei MegaTrends

Attualmente, le strategieRobeco MegaTrends e Rolinco investono in quattro temi principali: Connettività aziendale, Digitalizzazione, Classe media emergente e Invecchiamento della popolazione. Sul fronte della Connettività aziendale, abbiamo investito in numerose aziende fortemente esposte all’elettrificazione dei trasporti, all’uso intelligente dell’energia e all’utilizzo efficiente delle risorse naturali.

In virtù dell’ambizioso impegno alla sostenibilità da parte di governi e aziende, dell’innovazione tecnologica e della probabile affermazione di vincitori di lungo termine, crediamo che questo trend meriti più attenzione. Pertanto, abbiamo aggiunto al nostro processo di investimento un quinto trend dedicato alla sostenibilità: la “Resource Stewardship”.

Fare di più con meno

La Resource Stewardship si concentra su società che aiutano a fare di più con meno. Si tratta di aziende che consentono un uso più intelligente dell’energia, un migliore utilizzo delle risorse umane e fisiche, e metodi completamente nuovi ed ecologicamente meno invasivi di operare. Distinguiamo tre sotto-trend:

  • Ottimizzatori di efficienza
  • Risparmiatori di energia
  • Attuatori del cambio di paradigma

Ottimizzatori di efficienza e Risparmiatori di energia puntano a sfruttare la continua e incrementale innovazione che consente di operare in modo più intelligente ed efficiente. Pur non avendo un importanteimpatto immediato, l’effetto cumulativo di piccoli ma costanti miglioramenti può rivelarsi molto significativo nel lungo termine. Molte delle aziende di questi due sotto-trend sono già affermate, solide, con posizioni di mercato forti, difendibili e buona redditività del capitale investito.

Nel sotto-trend Attuatori del cambio di paradigma, cerchiamo invece di identificare società che, attraverso l’applicazione di tecnologie radicalmente nuove e/o di modelli di business innovativi, sono potenzialmente in grado di sovvertire lo status quo, avviando un cambiamento di paradigma. In genere, le aziende di questo sotto-trend si trovano in una fase di sviluppo iniziale e potrebbero non essere ancora redditizie.

Verso una rappresentazione più equilibrata dei megatrend

Come riportato nel Big Book of Trends and Thematic Investing, il team di Investimento Tematico di Robeco distingue tre categorie di megatrend destinati a modellare il futuro: Tecnologie rivoluzionarie, Cambiamenti socio-demografici e Salvaguardia della Terra. Questi trend prendono il via dalle modifiche tecnologiche, demografiche e politiche che hanno plasmato la società fin dagli albori dell’umanità. All’interno di queste categorie piuttosto vaste, i diversi team di investimento tematico selezionano trend di investimento più specifici, a loro volta suddivisibili in temi più granulari e sotto-trend.

Con l’aggiunta della Resource Stewardship ai quattro temi già esistenti della gamma MegaTrends/Rolinco, riteniamo di essere giunti a una rappresentazione più equilibrata delle tre categorie di megatrend. Al tempo stesso, siamo entusiasti per le migliori opportunità di investimento offerte dalla Resource Stewardship.

Figura 3: Panoramica della gamma di temi di Robeco MegaTrends/Rolinco

Fonte: Robeco Trends Investing

Logo

Disclaimer

Confermo di essere un cliente professionale

Le informazioni e le opinioni contenute in questa sezione del Sito cui sta accedendo sono destinate esclusivamente a Clienti Professionali come definiti dal Regolamento Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007 (articolo 26 e Allegato 3) e dalla Direttiva CE n. 2004/39 (Allegato II), e sono concepite ad uso esclusivo di tali categorie di soggetti. Ne è vietata la divulgazione, anche solo parziale.

Al fine di accedere a tale sezione riservata, si prega di confermare di essere un  Cliente Professionale, declinando Robeco qualsivoglia responsabilità in caso di accesso effettuato da una persona che non sia un cliente professionale.

In ogni caso, le informazioni e le opinioni ivi contenute non costituiscono un'offerta o una sollecitazione all'investimento e non costituiscono una raccomandazione o consiglio, anche di carattere fiscale, o un'offerta, finalizzate all'investimento, e non devono in alcun caso essere interpretate come tali.

Prima di  ogni investimento, per una descrizione dettagliata delle caratteristiche, dei rischi e degli oneri connessi, si raccomanda di esaminare il Prospetto, i KIIDs delle classi autorizzate per la commercializzazione in Italia, la relazione annuale o semestrale e lo Statuto, disponibili sul presente Sito o presso i collocatori.
L’investimento in prodotti finanziari è soggetto a fluttuazioni, con conseguente variazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, ed è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.

Rifiuto