italyit
2020: l’anno in cui l’approccio ESG è finalmente diventato mainstream

2020: l’anno in cui l’approccio ESG è finalmente diventato mainstream

11-02-2021 | Rubrica
Non più di 15 anni fa i fautori degli investimenti sostenibili dicevano: “Un giorno l’approccio ESG diventerà mainstream”. Ce n’è voluto di tempo! Quest’anno, tuttavia, sentiamo che il ricorso a fattori ambientali, sociali e di governance negli investimenti è diventato davvero una pratica standard.
  • Masja Zandbergen - Albers
    Masja
    Zandbergen - Albers
    Head of sustainability integration

In breve

  • L’integrazione della sostenibilità diventa finalmente una pratica standard negli investimenti
  • In Robeco l’AUM destinato all’impact investing supera i fondi incentrati sulla sostenibilità
  • I clienti oggi chiedono di focalizzarsi su questioni come il clima o i benefici sociali

La necessità di un simile approccio è evidente – bisogna affrontare il Covid-19, il cambiamento climatico e le disuguaglianze – e la volontà non manca. Ogni broker, asset manager e investitore che si rispetti ha (almeno) alcuni professionisti specializzati nell’argomento e integra le considerazioni ESG (o almeno così sostiene) in tutte le proprie decisioni d’investimento. Abbiamo inserito gli incisi in parentesi perché non tutti si trovano allo stesso livello di sviluppo e l’implementazione effettiva potrebbe richiedere ancora un po’ di lavoro, ma le basi ci sono. Com’è andato dunque il 2020 per Robeco? L’anno scorso si sono registrati tre sviluppi importanti:

  • L’importo complessivo delle masse gestite in modo sostenibile è cresciuto ulteriormente
  • Le strategie di impact investing hanno superato quelle incentrate sulla sostenibilità in termini di masse in gestione (AUM)
  • Le discussioni regolari con i clienti hanno confermato che il cambiamento climatico, il Sustainable Finance Disclosure Requirement (SFDR) dell’UE e il reporting hanno assunto un ruolo centrale. 
Scopri gli ultimi approfondimenti in tema di sostenibilità
Scopri gli ultimi approfondimenti in tema di sostenibilità
Abbonati

Duplice rilevanza: risultati finanziari e impatto

Già da 10 anni Robeco si è data l’obiettivo di incrementare le masse in gestione (AUM) che applicano l' integrazione ESG. Queste hanno evidenziato un aumento costante nel tempo e oggi rappresentano circa il 90% dell’AUM complessivo e il 100% degli asset per i quali l’integrazione ESG è possibile. Per i patrimoni investiti solo in titoli di Stato in euro, in strategie che fanno uso di derivati o in conti di risparmio, l’integrazione ESG non può essere applicata o non produce valore aggiunto.
Importo delle masse in gestione con integrazione ESG, in miliardi di euro. Fonte: Robeco.
Pertanto, una parte preponderante delle nostre masse gestite è soggetta all’integrazione ESG. Questo ci permette di prendere decisioni d’investimento più consapevoli. Ciò significa che ci concentriamo su questioni ESG finanziariamente rilevanti e adottiamo un approccio finanziario. Abbiamo anche specifiche strategie di sostenibilità, descritte nel grafico qui sotto.
Le definizioni dei diversi tipi di strategie. Fonte: Robeco

Notiamo inoltre sempre più spesso che i nostri clienti desiderano produrre un impatto positivo, andando oltre le semplici finalità finanziarie per focalizzarsi su finalità sociali ed ecologiche. Due obiettivi che molti perseguono sono combattere il cambiamento climatico e realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG). Di conseguenza, i nostri patrimoni investiti in strategie incentrate sulla sostenibilità e sull’impact investing (tematiche e allineate agli SDG) stanno crescendo rapidamente. Alla fine del 2020 le masse in gestione destinate all’impact investing hanno superato per la prima volta l’AUM degli investimenti incentrati sulla sostenibilità. 

Ciò è dovuto al fatto che i clienti hanno dimostrato un grande interesse per la nostra gamma di soluzioni impact investing nel reddito fisso, che si tratti delle diverse strategie d’investimento in obbligazioni corporate allineate agli SGD, del fondo di green bond o delle nuove strategie a reddito fisso allineate agli accordi di Parigi. Un’altra area di interesse per i nostri clienti è quella delle nostre strategie tematiche. All’inizio del 2020 abbiamo lanciato il fondo RobecoSAM Circular Economy Equities. In seguito all’annuncio della Commissione europea di voler promuovere attivamente le imprese sostenibili attraverso il proprio Green Deal, e in previsione di un cambiamento di amministrazione negli Stati Uniti, abbiamo riscontrato un’impennata della domanda di prodotti tematici che affrontano il cambiamento climatico attraverso soluzioni innovative nel settore dell’energia pulita, delle infrastrutture e dei trasporti. RobecoSAM Smart Energy, in particolare, ha richiamato l’attenzione di una serie di grandi clienti, che hanno spinto l’AUM della strategia oltre i 2,3 miliardi di euro.

Aumento delle masse in gestione investite in strategie incentrate sulla sostenibilità e sull’impact investing dal 2017, in miliardi di euro. Fonte: Robeco

Cosa dire riguardo la performance finanziaria?

Il 2020 è stato un anno caratterizzato da molte sfide, sia sul piano sociale che su quello economico. I fondi e gli exchange-traded fund (ETF) sostenibili hanno sovraperformato, in particolare durante la crisi. Ciò è stato dovuto principalmente a un effetto dimensionale e un effetto settoriale: i fondi sostenibili hanno una minore esposizione ai “tradizionali” settori ad alta intensità di capitale come l’energia, e una maggiore esposizione alla tecnologia, alla sanità e ai comparti più innovativi che hanno beneficiato dei lockdown indotti dal Covid-19. Questa tendenza, ovviamente, è passibile di una rapida inversione.

Tuttavia, l’investimento sostenibile si basa su un orizzonte di lungo periodo, e la buona notizia è che, stando a una ricerca Morningstar, non esiste una perdita di performance associata ai fondi sostenibili. In effetti, la maggior parte di questi strumenti ha sovraperformato i loro omologhi tradizionali su molteplici orizzonti temporali fino a 10 anni. 

Quanto ai nostri fondi d’investimento, abbiamo in effetti notato che la maggior parte delle nostre strategie sostenibili tematiche e fondamentali ha prodotto ottimi risultati. L’attribuzione della performance dell’integrazione ESG nelle strategie fondamentali è più difficile da calcolare, ma il nostro team dei mercati emergenti ha scoperto che l’integrazione ESG ha apportato 82 punti base di sovraperformance al fondo Emerging Sustainable Stars. Inoltre, la politica di esclusione del fondo ha generato un’ulteriore sovraperformance di 173 punti base, dovuta per lo più all’esclusione dei produttori di carbone, petrolio e gas. Un contributo positivo è giunto anche dall’esclusione del tabacco1

Per la nostra strategia Fundamental Global Equity, la stessa analisi dei contributi (che effettuiamo da tre anni) ha nuovamente evidenziato un impatto positivo dell’integrazione ESG sulla sovraperformance, pari in media al 20% circa di alfa nel periodo considerato. L’impatto dell’integrazione ESG sulle tesi d’investimento nell’universo di ricerca del nostro team cinese è sostanziale. Nel 2020 è stato aggiunto un premio paese nel 93% dei casi, e l’analisi ESG ha inciso su uno dei driver delle valutazioni (crescita, margini, costo del capitale) nel 76% dei casi.

Cosa dire riguardo l’impact investing?

Nel 2020 Robeco ha continuato a sviluppare e innovare ulteriormente il suo approccio alla sostenibilità e le sue offerte per i clienti. L’azionariato attivo (“active ownership”), che rappresenta una componente importante del nostro approccio alla sostenibilità da più di 15 anni, ha dato i suoi frutti. La maggior parte dei nostri temi di engagement ha una durata di tre anni. Nel 2020 abbiamo svolto 941 attività di engagement con 222 aziende. Siamo riusciti a chiudere con successo il 67% dei nostri interventi in questo campo. 

Ad esempio, nel 2020 abbiamo chiuso il nostro tema di engagement nel settore dell’auto con nove case automobilistiche negli Stati Uniti e in Europa, con un tasso di successo del 66%. Questa iniziativa voleva incoraggiare le imprese a innovare in vista di un futuro di trasporti a basse emissioni di carbonio, ad assicurare una gestione efficace della qualità e una qualità impeccabile dei prodotti, e ad aumentare la trasparenza sulle attività di lobbying. I casi sono stati chiusi con successo quando la maggioranza di questi obiettivi è stata raggiunta. Ogni trimestre comunichiamo i risultati dell’engagement e del voto sul nostro sito web.

Esempi di successi ottenuti tramite il nostro engagement nel settore dell’auto

TNel 2020 l’intensità di carbonio2 delle nostre strategie d’investimento è diminuita. Il nostro data scientist specializzato nel clima ha lavorato allo sviluppo di uno strumento che misura le emissioni di carbonio relative a tutti gli scope per tutte le nostre strategie. Questo strumento indica che l’impronta di carbonio della nostra gamma di fondi è diminuita in base a tutti i fornitori di dati e quasi tutte le metriche. Ciò è stato dovuto in parte all’andamento del mercato (come sopra accennato), poiché le società ad alta intensità di carbonio della “old economy” hanno segnato il passo rispetto ai titoli growth, ma anche al fatto che le nostre grandi strategie d’investimento quantitativo hanno ridotto la propria impronta di carbonio nell’ambito delle loro iniziative di integrazione ESG. Dato che Robeco ha annunciato l’intenzione di azzerare le emissioni nette di gas serra nelle totalità delle sue masse in gestione entro il 2050, questa tendenza è destinata a proseguire in futuro.

Infine, per quanto concerne le strategie tematiche che fanno parte della nostra gamma di impact investing, stiamo sviluppando indicatori di impatto per misurare la performance ESG. Ad esempio, i clienti che investono nella strategia RobecoSAM Smart Energy3 hanno contribuito a generare 109 gigawattora di energia rinnovabile e hanno evitato 70.170 tonnellate di CO2, il che equivale a togliere ogni anno dalla strada 26.000 automobili. Va notato tuttavia che la misurazione dell’impatto non è una scienza esatta e richiede molte ipotesi. Maggiori informazioni al riguardo sono disponibili nella nostra rivista SIX. e nei commenti mensili dei gestori delle nostre strategie tematiche.

Che cosa pensano i nostri clienti?

Tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 abbiamo condotto una serie di sessioni di feedback sulla sostenibilità con 10 clienti globali, parlando con investitori istituzionali e partner wholesale. Le considerazioni ESG figurano stabilmente all’ordine del giorno dei consigli di amministrazione dei nostri clienti. Che l’integrazione ESG sia diventata mainstream è un fatto assodato, dato che la maggior parte dei nostri clienti ha un comitato specializzato nella sostenibilità/analisi ESG, a cui viene delegata la responsabilità operativa dell’attuazione delle politiche ESG, mentre la responsabilità ultima della definizione delle politiche e della supervisione rimane in capo al consiglio di amministrazione.

L’uso di esclusioni o dello screening negativo per evitare di fare danni è ampiamente accettato, e alle esclusioni dettate dalla regolamentazione, come le armi controverse, molti nostri clienti hanno aggiunto categorie da evitare sulla base dei propri valori, come il tabacco e il carbone termico. Il ricorso a criteri ambientali, sociali e di governance finanziariamente rilevanti è diventato una pratica standard, e molti dei nostri clienti desiderano ora spingersi oltre il semplice utilizzo di informazioni ESG extra-finanziarie rilevanti nel processo di due diligence degli investimenti, per adottare requisiti sempre più rigorosi nella composizione del portafoglio in termini di metriche di sostenibilità. 

Date le scarse opportunità di ottenere un’esposizione pura a “fornitori di soluzioni ESG”, per molti dei nostri clienti l’impact investing è limitato a strategie dedicate relativamente piccole (spesso nell’ambito del private equity). Ciononostante, un numero crescente di essi sta cercando il modo per mettere l’impact investing al centro dei loro portafogli, studiando come l’esposizione ad alcuni dei 17 SDG potrebbe essere integrata nelle loro strategie d’investimento (liquide) esistenti.

Guardando ai prossimi anni, le principali ambizioni sul fronte ESG possono essere riassunte nei tre punti che seguono.

  1. Cambiamento climatico: contribuire a mitigare gli effetti negativi del riscaldamento globale attraverso la riduzione delle impronte di carbonio. Diversi nostri clienti si stanno impegnando esplicitamente ad azzerare le emissioni di carbonio entro il 2050, iniziando a elaborare percorsi di riduzione delle emissioni allineati con gli Accordi di Parigi.
  2. Promuovere ulteriormente l’integrazione ESG richiedendo con maggiore insistenza di prendere in considerazione criteri ESG finanziariamente rilevanti nelle strategie d’investimento. Molti clienti hanno menzionato la necessità di una maggiore qualità e uniformità dei dati ESG, per consentire un monitoraggio più efficace dei loro portafogli.
  3. I clienti si dedicano sempre più numerosi all’impact investing, ricercando benefici sociali accanto a rendimenti finanziari accettabili, con i 17 SDG che forniscono un utile quadro di riferimento per allineare le loro ambizioni alle potenziali soluzioni d’investimento. Anche se il cambiamento climatico è di gran lunga la priorità principale, la crisi da Covid-19 ha suscitato un maggiore interesse per le questioni sociali come i diritti del lavoro e le pari opportunità.

Avanti e in alto

Ora che l’integrazione ESG è diventata mainstream, possiamo aspettarci un aumento delle conoscenze, della ricerca, dei dati e della collaborazione in molte aree dell’investimento sostenibile. Ce n’è proprio un gran bisogno. Crediamo che Robeco sia ottimamente posizionata per questo, e saremo lieti di lavorare con nostri clienti per aiutarli a raggiungere i loro obiettivi finanziari e di sostenibilità, offrendo soluzioni e risultati d’investimento superiori.

1Questi dati si riferiscono al periodo di un anno trascorso dal lancio del fondo nel settembre 2019. La metodologia utilizzata per calcolare l’apporto alla performance dell’integrazione ESG è più un’arte che una scienza. Pienamente consapevoli di questo compito scoraggiante, abbiamo optato per un approccio piuttosto semplice, cercando di quantificare sia l’impatto dell’integrazione ESG sulle valutazioni nelle nostre tesi d’investimento, sia la performance generata dall’esclusione di società controverse.
2Emissioni di carbonio Scope 1 e 2 divise per i ricavi.
3https://www.robeco.com/docm/pmup-smart-energy-general.pdf

Logo

Disclaimer

Confermo di essere un cliente professionale

Le informazioni e le opinioni contenute in questa sezione del Sito cui sta accedendo sono destinate esclusivamente a Clienti Professionali come definiti dal Regolamento Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007 (articolo 26 e Allegato 3) e dalla Direttiva CE n. 2004/39 (Allegato II), e sono concepite ad uso esclusivo di tali categorie di soggetti. Ne è vietata la divulgazione, anche solo parziale.

Al fine di accedere a tale sezione riservata, si prega di confermare di essere un  Cliente Professionale, declinando Robeco qualsivoglia responsabilità in caso di accesso effettuato da una persona che non sia un cliente professionale.

In ogni caso, le informazioni e le opinioni ivi contenute non costituiscono un'offerta o una sollecitazione all'investimento e non costituiscono una raccomandazione o consiglio, anche di carattere fiscale, o un'offerta, finalizzate all'investimento, e non devono in alcun caso essere interpretate come tali.

Prima di  ogni investimento, per una descrizione dettagliata delle caratteristiche, dei rischi e degli oneri connessi, si raccomanda di esaminare il Prospetto, i KIIDs delle classi autorizzate per la commercializzazione in Italia, la relazione annuale o semestrale e lo Statuto, disponibili sul presente Sito o presso i collocatori.
L’investimento in prodotti finanziari è soggetto a fluttuazioni, con conseguente variazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, ed è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.

Rifiuto