italyit
I trend e l’investimento tematico – andare oltre il breve termine

I trend e l’investimento tematico – andare oltre il breve termine

16-11-2020 | Visione
Un numero crescente di studi accademici dimostra che solo una minuscola frazione di azioni quotate rappresenta quasi tutto il valore a lungo termine creato nel mercato azionario. Ma come può un investitore essere certo di focalizzarsi su questo piccolo gruppo di vincitori a lungo termine? Riteniamo che un quadro di riferimento basato su trend e investimenti tematici possa essere d'aiuto.
  • Steef  Bergakker
    Steef
    Bergakker
    Senior Portfolio Manager
  • Sam Brasser
    Sam
    Brasser
    Analyst

In breve

  • Solo poche azioni quotate creano valore a lungo termine per gli azionisti
  • Si tratta in genere di quei titoli in grado di beneficiare dei trend socioeconomici a lungo termine
  • I trend e le strategie tematiche possono aiutare gli investitori a restringere il campo

Diversi studi empirici recenti hanno dimostrato che i rendimenti azionari sono distribuiti in modo estremamente disomogeneo tra settori, paesi e singoli titoli.1 Essi, tuttavia, risultano correlati alle dinamiche di flusso dei profitti. In questo contesto, un approccio basato su trend e investimenti tematici può aiutare a tener traccia dei flussi di profitto, e trarne vantaggio.

Negli Stati Uniti, ad esempio, il piccolo gruppo di azioni che ha creato la maggior parte di ricchezza negli ultimi decenni include nomi famosi quali Apple, Microsoft e Amazon, che sono stati in grado di sfruttare i cambiamenti strutturali, come la digitalizzazione o la diffusione dell’e-commerce. Al di fuori degli Stati Uniti, le azioni che hanno prodotto la maggior quantità di ricchezza sono Tencent, Nestlé e Samsung.

SCARICA ORA
SCARICA ORA
The Big Book of trends and thematic investing
Ottieni una copia

I settori poveri restano poveri, quelli ricchi si arricchiscono

Ad un livello meno dettagliato, la redditività relativa tende a rimanere costante su lunghi intervalli di tempo per la maggior parte dei settori. Le industrie più fiorenti tendono a rimanere tali, mentre quelle povere tendono a rimanere povere, anche se nuovi trend o innovazioni dirompenti possono talvolta mettere il turbo (o frenare) interi settori.

Inoltre, più lungo è il periodo di riferimento, maggiori sono le disparità tra settori. Utilizzando i dati relativi al periodo 1926-2019, osserviamo che l'industria del software ha creato USD 4,1 trilioni di ricchezza per gli investitori dalla sua nascita, negli anni '60, fino ad oggi. Dall’altro lato, notiamo invece che l'industria dei metalli preziosi ha bruciato USD 17 miliardi di ricchezza (vedi la Figura 1).

Figura 1 – Creazione di ricchezza per settore negli USA dal 1926 al 2019

Fonte: CRSP, Robeco. Mercato: USA Periodo di riferimento: 1926-2019

Le strategie tematiche e quelle basate sui trend cercano di trarre beneficio dai cambiamenti profondi che ridefiniscono costantemente il contesto socioeconomico. Tali cambiamenti includono progressi di natura tecnologica (ossia innescati dalla tecnologia), normativa (innescati dalla politica) e culturale e demografica (innescati da fattori socioculturali e demografici). Inoltre, poiché gli approcci tematici e quelli basati su trend implicano, in genere, l'abbandono di rigide classificazioni regionali o settoriali che spesso forniscono poco valore aggiunto, sia in termini di valutazione del potenziale di crescita delle imprese che di mitigazione del rischio attraverso la diversificazione, può essere utile per gli investitori focalizzare l’analisi su quelle aziende che traggono beneficio da temi e tendenze strutturali. Iniziare con l’identificazione di trend e temi specifici, quale primo passo del processo d’investimento, favorisce un’allocazione più proficua delle risorse

Iniziare con l’identificazione di trend e temi specifici, quale primo passo del processo d’investimento, favorisce un’allocazione più proficua delle risorse. Invece di coprire tutte le regioni, i settori e i singoli titoli – operazione molto costosa e inefficiente, dato che vi sono più di 53.000 società quotate in tutto il mondo – si può concentrare l’attenzione su quei titoli associati ad una trend o un tema d‘investimento ben identificati e investibili.

Con un approccio basato su temi e trend, gli investitori possono ottenere dei vantaggi anche dal punto di vista dell’analisi, se hanno la consapevolezza delle dinamiche e dei processi coinvolti nel cambiamento secolare, e le relative implicazioni macro e micro-economiche. Osservare i mercati finanziari da una prospettiva improntata su trend e temi consente agli investitori di eliminare ”i fronzoli” di breve termine per focalizzarsi su ciò che importa realmente nel lungo periodo.

1 Vedi: Bessembinder, H., 2018. “Do Stocks Outperform Treasury Bills?”, Journal of Financial Economics. Vedi anche: Bessembinder, H., Chen, T. F., Choi, G. e Wei, K. C. J., 2019. “Do Global Stocks Outperform US Treasury Bills?”, documento di lavoro. Vedi anche: Bradley, C., Dawson, A. e Smit, S., 2013. “The strategic yardstick you can’t afford to ignore”, McKinsey Quarterly.

Investimenti tematici e trends investing:
Investimenti tematici e trends investing:
Seminario online: come selezionare i vincitori strutturali in un mondo in divenire
Guarda ora
Gli argomenti collegati a questo articolo sono:
Logo

Disclaimer

Confermo di essere un cliente professionale

Le informazioni e le opinioni contenute in questa sezione del Sito cui sta accedendo sono destinate esclusivamente a Clienti Professionali come definiti dal Regolamento Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007 (articolo 26 e Allegato 3) e dalla Direttiva CE n. 2004/39 (Allegato II), e sono concepite ad uso esclusivo di tali categorie di soggetti. Ne è vietata la divulgazione, anche solo parziale.

Al fine di accedere a tale sezione riservata, si prega di confermare di essere un  Cliente Professionale, declinando Robeco qualsivoglia responsabilità in caso di accesso effettuato da una persona che non sia un cliente professionale.

In ogni caso, le informazioni e le opinioni ivi contenute non costituiscono un'offerta o una sollecitazione all'investimento e non costituiscono una raccomandazione o consiglio, anche di carattere fiscale, o un'offerta, finalizzate all'investimento, e non devono in alcun caso essere interpretate come tali.

Prima di  ogni investimento, per una descrizione dettagliata delle caratteristiche, dei rischi e degli oneri connessi, si raccomanda di esaminare il Prospetto, i KIIDs delle classi autorizzate per la commercializzazione in Italia, la relazione annuale o semestrale e lo Statuto, disponibili sul presente Sito o presso i collocatori.
L’investimento in prodotti finanziari è soggetto a fluttuazioni, con conseguente variazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, ed è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.

Rifiuto