italyit
Le esclusioni potrebbero semplicemente trasferire i problemi

Le esclusioni potrebbero semplicemente trasferire i problemi

03-02-2020 | Ricerca

Le esclusioni funzionano? Questo strumento è ampiamente utilizzato dagli azionisti per prendere posizione contro alcune pratiche discutibili, come la produzione di tabacco o di armi. Tuttavia, una nuova ricerca di Robeco dimostra che le esclusioni si limitano semplicemente a trasferire il problema da un investitore a un altro, e potrebbero avere poco effetto sulle aziende coinvolte.

  • David Blitz
    David
    Blitz
    Head of Quant Research
  • Laurens Swinkels
    Laurens
    Swinkels
    Researcher

In breve

  • Con le esclusioni si trasferiscono le problematiche ad altri investitori
  • Uno studio accademico condotto da ricercatori di Robeco mette in dubbio l’utilità di questo approccio
  • L’utilizzo di tecniche di “active ownership” può essere molto più efficace 

In qualità di grande investitore, Robeco di solito esclude le imprese i cui prodotti o servizi non possono essere modificati tramite tecniche di azionariato attivo come l’engagement. Le esclusioni riguardano, ad esempio, aziende che producono bombe a grappolo o sigarette, gli inquinatori seriali e le imprese coinvolte in scandali di corruzione o violazioni dei diritti umani.

Tuttavia, una volta che un’azienda è stata esclusa, non è più possibile coinvolgerla in un processo di engagement, ragion per cui i suoi prodotti o comportamenti da quel momento non vengono più contestati. Generalmente è possibile intavolare un dialogo costruttivo su un comportamento anziché su un prodotto, ma alcune aziende rimangono insensibili alle apprensioni degli investitori.

I pro e i contro delle esclusioni sono stati analizzati in un saggio accademico del febbraio 2020 dal titolo “Is Exclusion Effective?” (“Le esclusioni sono efficaci?”) pubblicato sul Journal of Portfolio Management. Autori del saggio per la nota rivista dedicata agli investimenti sono David Blitz, Head of Quantitative Research di Robeco, e Laurens Swinkels, ricercatore senior e assistant professor di finanza alla Erasmus University.

Ora seguici anche su Instagram
Ora seguici anche su Instagram
Seguici

Trasferimento di proprietà

“Molti ritengono che gli investitori possano contribuire ad un mondo più sostenibile disinvestendo dalle aziende con i peggiori profili di sostenibilità”, affermano gli autori nello studio. “Ma dato che l’esclusione comporta di fatto un trasferimento di proprietà dagli investitori impegnati a quelli noncuranti, è tutt’altro che ovvio come questo possa favorire un miglior cambiamento all’interno della società.”

“Ad esempio, se l’investitore A vende le azioni di un’impresa del tabacco all’investitore B, il giorno dopo i fumatori non accenderanno una sola sigaretta in meno. L’efficacia di una politica di esclusione non viene di solito valutata misurando il suo impatto sul mondo reale, anche se questo è ciò che conta davvero.”

“Questo saggio critica le diverse argomentazioni sul modo in cui le esclusioni potrebbero avere un impatto positivo nel lungo periodo. Anziché con l’esclusione, gli investitori possono ottenere maggiori risultati esercitando la propria influenza come azionisti attivi attraverso il voto e l’engagement con le imprese.”

Scarica il saggio completo qui

Disclaimer

La relazione non è consultabile da utenti di paesi in cui l'offerta di servizi finanziari esteri non è consentita, quali i soggetti statunitensi.

I dati forniti non verranno comunicati a terzi. Le informazioni sono destinate esclusivamente agli investitori professionisti. Tutte le richieste pervenute saranno verificate.

Logo

Disclaimer

Confermo di essere un cliente professionale

Le informazioni e le opinioni contenute in questa sezione del Sito cui sta accedendo sono destinate esclusivamente a Clienti Professionali come definiti dal Regolamento Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007 (articolo 26 e Allegato 3) e dalla Direttiva CE n. 2004/39 (Allegato II), e sono concepite ad uso esclusivo di tali categorie di soggetti. Ne è vietata la divulgazione, anche solo parziale.

Al fine di accedere a tale sezione riservata, si prega di confermare di essere un  Cliente Professionale, declinando Robeco qualsivoglia responsabilità in caso di accesso effettuato da una persona che non sia un cliente professionale.

In ogni caso, le informazioni e le opinioni ivi contenute non costituiscono un'offerta o una sollecitazione all'investimento e non costituiscono una raccomandazione o consiglio, anche di carattere fiscale, o un'offerta, finalizzate all'investimento, e non devono in alcun caso essere interpretate come tali.

Prima di  ogni investimento, per una descrizione dettagliata delle caratteristiche, dei rischi e degli oneri connessi, si raccomanda di esaminare il Prospetto, i KIIDs delle classi autorizzate per la commercializzazione in Italia, la relazione annuale o semestrale e lo Statuto, disponibili sul presente Sito o presso i collocatori.
L’investimento in prodotti finanziari è soggetto a fluttuazioni, con conseguente variazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, ed è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.

Rifiuto