italyit
The Value of Low Volatility

The Value of Low Volatility

15-05-2016 | Ricerca

The evidence for the existence of a distinct Low Volatility effect is mounting. However, implicit exposures to the Fama–French Value factor (HML) seem to explain the performance of straightforward US Low Volatility strategies since 1963.

  • David Blitz
    David
    Blitz
    Chief Researcher

Speed read

  • Low volatility is sometimes considered as Value in disguise
  • Value fails to explain the performance of low volatility strategies
  • Value and Low Volatility are distinct phenomena
Tieniti aggiornato sull'universo quantitativo
Tieniti aggiornato sull'universo quantitativo
Abbonati

The evidence for the existence of a distinct low volatility effect is mounting. However, implicit exposures to the Fama–French value factor (HML) seem to explain the performance of straightforward US low volatility strategies since 1963.

In this article,1 the author shows that the value effect fails to explain the performance of large-capitalization low volatility strategies pre-1963 as well as post-1984, when the Fama-French value factor itself ceased to be effective in the large-cap segment of the market. Moreover, the performance of small-capitalization low volatility strategies cannot be explained by the value effect during any period. Fama-MacBeth regressions support the existence of a low volatility effect for every subsample.

Based on these results and various other arguments, the author concludes that there is a distinct low volatility effect that cannot be explained by the value effect. The combined evidence even appears to be stronger for the low volatility effect than for the value effect.

1 Blitz, D. C., 2016, ‘The Value of Low Volatility’, The Journal of Portfolio Management.

Disclaimer

La relazione non è consultabile da utenti di paesi in cui l'offerta di servizi finanziari esteri non è consentita, quali i soggetti statunitensi.

I dati forniti non verranno comunicati a terzi. Le informazioni sono destinate esclusivamente agli investitori professionisti. Tutte le richieste pervenute saranno verificate.

Gli argomenti collegati a questo articolo sono:
Logo

Disclaimer

Confermo di essere un cliente professionale

Le informazioni e le opinioni contenute in questa sezione del Sito cui sta accedendo sono destinate esclusivamente a Clienti Professionali come definiti dal Regolamento Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007 (articolo 26 e Allegato 3) e dalla Direttiva CE n. 2004/39 (Allegato II), e sono concepite ad uso esclusivo di tali categorie di soggetti. Ne è vietata la divulgazione, anche solo parziale.

Al fine di accedere a tale sezione riservata, si prega di confermare di essere un  Cliente Professionale, declinando Robeco qualsivoglia responsabilità in caso di accesso effettuato da una persona che non sia un cliente professionale.

In ogni caso, le informazioni e le opinioni ivi contenute non costituiscono un'offerta o una sollecitazione all'investimento e non costituiscono una raccomandazione o consiglio, anche di carattere fiscale, o un'offerta, finalizzate all'investimento, e non devono in alcun caso essere interpretate come tali.

Prima di  ogni investimento, per una descrizione dettagliata delle caratteristiche, dei rischi e degli oneri connessi, si raccomanda di esaminare il Prospetto, i KIIDs delle classi autorizzate per la commercializzazione in Italia, la relazione annuale o semestrale e lo Statuto, disponibili sul presente Sito o presso i collocatori.
L’investimento in prodotti finanziari è soggetto a fluttuazioni, con conseguente variazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, ed è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.

Rifiuto