italyit
A backtesting protocol in the era of machine learning

A backtesting protocol in the era of machine learning

08-08-2019 | From the field

Is machine learning really a game changer for finance? This paper1 by three renowned finance professors discusses the implications of machine learning for investment management.

  • David Blitz
    David
    Blitz
    Head of Quant Research

They argue that machine learning provides a set of powerful tools that holds considerable promise for investment management, but that the danger of misapplying these techniques can lead to disappointment.

Scopri gli ultimi approfondimenti
Scopri gli ultimi approfondimenti
Abbonati

One crucial limitation involves data availability. Many of machine learning’s early successes originated in the physical and biological sciences, in which truly vast amounts of data are available. Machine learning applications often require far more data than are available in finance, which is of particular concern in longer-horizon investing. Hence, choosing the right applications before applying the tools is important.

In addition, capital markets reflect the actions of people, which may be influenced by others’ actions and by the findings of past research. The authors address these concerns by proposing a research protocol that pertains both to the application of machine learning techniques and to quantitative finance in general. Their guidelines bear a lot of resemblance to the principles in the investment philosophy that we already adhere to for our quantitative strategies.

1 Arnott, Harvey & Markowitz, “A Backtesting Protocol in the Era of Machine Learning”, working paper, 2018.

From the field
From the field

I nostri ricercatori pubblicano numerosi whitepaper basati sui propri studi empirici, oltre a seguire le ricerche quantitative effettuate da altri. David Blitz, Responsabile Quant Equities Research, commenta alcuni interessanti paper esterni.

Leggi tutti gli articoli
Gli argomenti collegati a questo articolo sono:

Disclaimer

Confermo di essere un cliente professionale

Le informazioni e le opinioni contenute in questa sezione del Sito cui sta accedendo sono destinate esclusivamente a Clienti Professionali come definiti dal Regolamento Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007 (articolo 26 e Allegato 3) e dalla Direttiva CE n. 2004/39 (Allegato II), e sono concepite ad uso esclusivo di tali categorie di soggetti. Ne è vietata la divulgazione, anche solo parziale.

Al fine di accedere a tale sezione riservata, si prega di confermare di essere un  Cliente Professionale, declinando Robeco qualsivoglia responsabilità in caso di accesso effettuato da una persona che non sia un cliente professionale.

In ogni caso, le informazioni e le opinioni ivi contenute non costituiscono un'offerta o una sollecitazione all'investimento e non costituiscono una raccomandazione o consiglio, anche di carattere fiscale, o un'offerta, finalizzate all'investimento, e non devono in alcun caso essere interpretate come tali.

Prima di  ogni investimento, per una descrizione dettagliata delle caratteristiche, dei rischi e degli oneri connessi, si raccomanda di esaminare il Prospetto, i KIIDs delle classi autorizzate per la commercializzazione in Italia, la relazione annuale o semestrale e lo Statuto, disponibili sul presente Sito o presso i collocatori.
L’investimento in prodotti finanziari è soggetto a fluttuazioni, con conseguente variazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, ed è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.

Rifiuto