italyit
Image

RobecoSAM Global Green Bonds IH EUR

Benchmark: Bloomberg MSCI Global Green Bond Index (hedged into EUR)
ISIN: LU2138604454
  • Utilizza un quadro di riferimento proprietario in materia di green bond per determinare l'idoneità dei titoli a essere inseriti nel fondo
  • Fornisce un'esposizione diversificata al mercato globale delle green bond
  • Impact investing, utilizzando un processo di investimento disciplinato e ripetibile e un team di gestione del portafoglio esperto
Asset class
Prezzo corrente ()
Performance ()
Valuta EUR
Capitale del fondo ()
Pagamento del dividendoNo

Caratteristiche del fondo

RobecoSAM Global Green Bonds è gestito attivamente e investe in green bond emesse da governi, agenzie governative e società. La selezione di tali obbligazioni si basa sull’analisi dei fondamentali. Obiettivo del fondo è ottenere la crescita del capitale a lungo termine. Il fondo investe almeno due terzi del patrimonio totale in green bond globali con un rating minimo di "BBB-", o equivalente, emesso da almeno una delle agenzie di rating riconosciute. La selezione dei green bond si basa su dati forniti da venditori esterni o sull’ambiente sviluppato internamente in merito al quale maggiori informazioni sono reperibili sul sito www.robeco.com/si.

Evoluzione dei prezzi

Nessun dato disponibile sulla performance

Evoluzione dei prezzi

RobecoSAM Global Green Bonds IH EUR

Performance

{{'fund.detail.general.perDate' | labelize:[ fundDate(fund.fundPerformances.date,'llll') ]}}
Oggetto Fondo Indice
1 mese
3 mesi
Ytd
1 anno
2 anni
3 anni
5 anni
10 anni
{{'fund.detail.performance.period.sinceInception' | labelize:[ fundDate(fund.fundPerformances.sinceStart.startDate,'MM-YYYY') ]}}
Il valore degli investimenti può subire oscillazioni. I rendimenti passati non sono indicativi dei possibili risultati futuri.
Annualizzati (per periodi superiori ad un anno).

Le performance si intendono al lordo delle commissioni e sulla base dei valori di chiusura. In realtà, vengono addebitati costi (quali le commissioni di gestione ed altri costi) che possono avere effetti negativi sui rendimenti riportati.

Le performance si intendono al netto delle commissioni e sulla base dei prezzi delle operazioni.
Oggetto Fondo Indice
Il valore degli investimenti può subire oscillazioni. I rendimenti passati non sono indicativi dei possibili risultati futuri.
Annualizzati (per periodi superiori ad un anno).

Le performance si intendono al lordo delle commissioni e sulla base dei valori di chiusura. In realtà, vengono addebitati costi (quali le commissioni di gestione ed altri costi) che possono avere effetti negativi sui rendimenti riportati.

Le performance si intendono al netto delle commissioni e sulla base dei prezzi delle operazioni.

Spiegazione della performance

{{'fund.detail.general.perDate' | labelize:[ fundDate(fund.fundInvestmentExplanations.date,'llll') ]}}

Sulla base dei prezzi delle transazioni, il fondo ha ottenuto un rendimento dello 4,37%. A luglio il Global Green Bond Index ha reso +4,47% complessivo (EUR, con copertura). Lo spread creditizio sul Global Green Bond si è ristretto di 8 pb, a quota 115 pb. A luglio, i rendimenti dei titoli di Stato hanno subito una flessione, contribuendo al risultato totale robusto. Il fondo ha reso in totale il 4,41%, con una lieve sottoperformance dell’indice. Il portafoglio ha registrato un risultato positivo, in quanto il mercato del reddito fisso ha bilanciato le perdite ed è salito poiché i timori di recessione appaiono sempre più legati al mercato. Tuttavia, la posizione di duration in sottopeso è arretrata marginalmente, a fronte della lieve impennata di JGB. L’appiattimento della curva nei tassi in EUR ha contribuito alla performance, in quanto, sulla scia del sorprendente aumento di 50 pb di luglio, la curva si è appiattita notevolmente. Nei tassi USA, la posizione della curva è in realtà arretrata, a fronte dell’ulteriore appiattimento in territorio negativo di 2s10s, La nostra politica del beta di credito ha offerto un contribuito neutrale alla performance, in quanto il beta del fondo era prossimo a uno nel corso del mese. La selezione degli emittenti creditizi nel complesso ha offerto un contributo positivo. Le posizioni nel settore bancario, tramite il debito bancario senior, ha apportato contributi positivi.

Statistiche

{{'fund.detail.general.perDate' | labelize:[ fundDate( (fund.fundStatistics.date?fund.fundStatistics.date:fund.fundCharacteristics.date) ,'llll') ]}}
Oggetto 3 anni 5 anni
Tracking error a posteriori (%)
Information ratio
Indice di Sharpe
Alpha (%)
Beta
Scostamento standard
Utile mensile max. (%)
Perdita mensile max. (%)
I summenzionati indici si basano su rendimenti al lordo delle commissioni
Oggetto 3 anni 5 anni
Performance superiore alle aspettative
Hit ratio (%)
Mercato al rialzo (mesi)
Performance superiore alle aspettative - Mercato al rialzo
Hit ratio in mercati al rialzo (%)
Mercato al ribasso (mesi)
Performance superiore alle aspettative - Mercato al ribasso
Hit ratio in mercati al ribasso (%)
I summenzionati indici si basano su rendimenti al lordo delle commissioni
Oggetto Fondo Indice
Rating
Duration Modificata Rettificata per le Opzioni (anni)
Scadenza (anni)
Rendimento Minimo (%)
Green Bonds (%)

Sviluppo del mercato

{{'fund.detail.general.perDate' | labelize:[ fundDate(fund.fundInvestmentExplanations.date,'llll') ]}}

I rendimenti delle obbligazioni decennali tedesche hanno concluso luglio allo 0,82%, rispetto all’1,34% di fine giugno. Negli USA, anche i tassi hanno registrato un’impennata, sebbene meno pronunciata. Il rendimento del Treasury decennale è sceso dal 3,01% al 2,65%. Il reddito fisso si è impennato a fronte del passaggio del mercato dall’inflazione alla recessione. La BCE ha sorpreso di nuovo, aumentato i suoi tre principali tassi d’interesse di 50 pb invece dei 25 pb segnalati inizialmente. La BCE ha inoltre annunciato il Transmission Protection Instrument, che dovrebbe contrastare un allargamento degli spread essenzialmente ingiustificato. Il FOMC ha aumentato i tassi dei fondi della FED di 75 pb al 2,25-2,50%, in linea con le attese. I BTP italiani finora hanno avuto scarso sollievo, in quanto dominano le incertezze politiche, ora che le elezioni sono programmate per fine settembre. A luglio, gli spread creditizi si sono contratti attraverso regioni e rating, recuperando gran parte delle perdite registrate a giugno. I bond corporate investment grade hanno sovraperformato rispetto ai Treasury, a fronte della sovraperformance delle obbligazioni corporate in euro nel mercato USD. Anche il mercato delle obbligazioni green globali hanno sovraperformato rispetto al mercato Treasury. Anche l’indice USD Green Bond ha registrato un’impennata, nonostante una lieve sottoperformance nella media globale.

Allocazione del fondo

{{'fund.detail.general.perDate' | labelize:[ fundDate(fund.fundAllocations.date,'llll') ]}}
Name Settore Ponderazione
{{fund.fundInvestmentExplanations.top10}}

Politica valutaria

Tutti i rischi valutari sono oggetto di copertura.

Politica dei dividendi

Il fondo non distribuisce dividendi.

Politica di integrazione ESG

L’obiettivo di investimento sostenibile del fondo e investire in green bond. I green bond sono obbligazioni riconosciute come tali da fonti esterne e i cui proventi vengono utilizzati per finanziare o rifinanziare in parte o del tutto progetti ecologici nuovi e/o esistenti. La selezione dei green bond si basa su dati esterni o su un quadro di green bond in cinque fasi sviluppato internamente. Il quadro in cinque fasi stabilisce che il quadro dei green bond dell'emittente debba essere allineato agli standard di mercato relativi ai green bond, come ad esempio i Green Bond Principles dell'ICMA. Poi, l'allocazione dei proventi dell'investimento deve contribuire ad almeno uno dei sei obiettivi della tassonomia dell'UE e non danneggiare sensibilmente gli altri cinque. I sei obiettivi del Regolamento UE sulla tassonomia sono la mitigazione del cambiamento climatico, l'adattamento al cambiamento climatico, l'uso sostenibile e la protezione delle risorse idriche e marine, la transizione verso un'economia circolare, la prevenzione e il controllo dell'inquinamento e la protezione di ecosistemi sani. La terza e la quarta fase richiedono che l'emittente di obbligazioni riferisca sull'uso dei proventi e che l'emissione si allinei alla più ampia strategia di sostenibilità dell'emittente. La quinta e ultima fase stabilisce che l’emittente sia tenuto a rispettare le norme internazionali in materia di diritti dei lavoratori e diritti umani nonché il Global Compact delle Nazioni Unite. Inoltre, il processo di investimento tiene conto anche delle esclusioni secondo la politica di esclusione di Robeco e integra i fattori ESG finanziariamente rilevanti nell'analisi bottom-up dell'emittente per valutare l'impatto sui fondamentali dell'emittente.

Politica di investimento

RobecoSAM Global Green Bonds è gestito attivamente e investe in green bond emesse da governi, agenzie governative e società. La selezione di tali obbligazioni si basa sull’analisi dei fondamentali. Obiettivo del fondo è ottenere la crescita del capitale a lungo termine. Obiettivo del fondo è l'investimento sostenibile ai sensi dell'Art. 9 del Regolamento europeo sull'informativa sulla finanza sostenibile. Il fondo finanzia o rifinanzia progetti ecologici nuovi e/o esistenti investendo in green bond ideate per sostenere progetti specifici legati al clima o all’ambiente. Il fondo integra i fattori ESG (Environmental, Social e Governance) nel processo di investimento, e applica la politica di Buon governo di Robeco. Il fondo applica indicatori di sostenibilità, tra cui, a titolo di esempio, esclusioni riguardanti normative, attività e regioni. Il fondo investe almeno due terzi del patrimonio totale in green bond globali con un rating minimo di "BBB-", o equivalente, di almeno una delle agenzie di rating riconosciute. La selezione dei green bond si basa su dati forniti da venditori esterni o sull’ambiente sviluppato internamente in merito al quale maggiori informazioni sono reperibili sul sito www.robeco.com/si. Il Benchmark è allineato con l’obiettivo di investimento sostenibile del fondo applicando regole chiaramente definite per la classificazione dei green bond. Le obbligazioni selezionate saranno per lo più elementi costitutivi del Benchmark, ma possono essere anche obbligazioni che non vi rientrano. Il fondo potrà scostarsi in misura rilevante dalle ponderazioni del Benchmark. Il fondo intende ottenere una performance migliore di quella del Benchmark nel lungo termine, controllando al contempo il rischio relativo applicando dei limiti (su valute ed emittenti) alla misura dello scostamento dal Benchmark. Di conseguenza, ciò limiterà il livello di scostamento della performance relativa dal Benchmark. Il Benchmark è allineato con l’obiettivo di investimento sostenibile del fondo applicando regole chiaramente definite per la classificazione dei green bond.

Politica del rischio

La gestione del rischio è pienamente integrata nel processo di investimento così da assicurare che le posizioni del fondo rimangano in ogni momento all'interno dei limiti stabiliti.

Profilo di sostenibilità

{{'fund.detail.general.perDate' | labelize:[ fundDate(fund.fundFacts.date,'llll') ]}}

Esclusione

Integrazione ESG

Target Universe

Sostenibilità

{{'fund.detail.general.perDate' | labelize:[ fundDate(fund.fundFacts.date,'llll') ]}}

L’obiettivo di investimento sostenibile del fondo e investire in green bond. I green bond sono obbligazioni riconosciute come tali da fonti esterne e i cui proventi vengono utilizzati per finanziare o rifinanziare in parte o del tutto progetti ecologici nuovi e/o esistenti. La selezione dei green bond si basa su dati esterni o su un quadro di green bond in cinque fasi sviluppato internamente. Il quadro in cinque fasi stabilisce che il quadro dei green bond dell'emittente debba essere allineato agli standard di mercato relativi ai green bond, come ad esempio i Green Bond Principles dell'ICMA. Poi, l'allocazione dei proventi dell'investimento deve contribuire ad almeno uno dei sei obiettivi della tassonomia dell'UE e non danneggiare sensibilmente gli altri cinque. I sei obiettivi del Regolamento UE sulla tassonomia sono la mitigazione del cambiamento climatico, l'adattamento al cambiamento climatico, l'uso sostenibile e la protezione delle risorse idriche e marine, la transizione verso un'economia circolare, la prevenzione e il controllo dell'inquinamento e la protezione di ecosistemi sani. La terza e la quarta fase richiedono che l'emittente di obbligazioni riferisca sull'uso dei proventi e che l'emissione si allinei alla più ampia strategia di sostenibilità dell'emittente. La quinta e ultima fase stabilisce che l’emittente sia tenuto a rispettare le norme internazionali in materia di diritti dei lavoratori e diritti umani nonché il Global Compact delle Nazioni Unite. Inoltre, il processo di investimento tiene conto anche delle esclusioni secondo la politica di esclusione di Robeco e integra i fattori ESG finanziariamente rilevanti nell'analisi bottom-up dell'emittente per valutare l'impatto sui fondamentali dell'emittente.

Aspettative del gestore

{{'fund.detail.general.perDate' | labelize:[ fundDate(fund.fundFacts.date,'llll') ]}}

Come rischio di credito, puntiamo a un beta di portafoglio prossimo a uno. Le valutazioni sono migliorate molto, soprattutto nel mercato del credito europeo, con spread ben al di sopra delle medie di lungo periodo. Gli IG e gli HY in EUR hanno addirittura raggiunto il quartile superiore. Gli spread potrebbero aumentare in uno scenario di recessione? Sì, è possibile. Dovremmo mantenere posizioni totalmente sottopesate fino a quei massimi? Non crediamo sia prudente. Anche se riconosciamo che i rischi di recessione sono elevati, non c'è mai la certezza al 100% che questo scenario si verifichi. Con il rapido repricing dei mercati, è ragionevole iniziare ad acquistare un po' di rischio di credito.

Michiel de Bruin, Peter Kwaak
Michiel de Bruin, Peter Kwaak

Michiel de Bruin, Peter Kwaak

Michiel de Bruin è Co-Responsabile del team Fixed Income Global Macro e Co-Gestore del fondo Euro Government Bonds. Prima di entrare in Robeco, Michiel ha lavorato per BMO Global Asset Management a Londra ricoprendo, più di recente, la carica di Responsabile del settore Global Rates & Money Markets. In precedenza aveva ricoperto diverse cariche, compresa quella di Responsabile dei titoli di stato in Euro. Prima di entrare in BMO aveva ricoperto diversi ruoli, tra cui quello di Co-Responsabile del settore Vendite e Negoziazione Reddito Fisso presso NIB Financial Markets in Amsterdam. Michiel ha iniziato la propria carriera nel settore nel1986 ed ha conseguito una Laurea presso la Amsterdam University of Applied Sciences. Peter Kwaak è Portfolio Manager Investment Grade nel team del Credito. Prima di entrare in Robeco nel 2005, è stato gestore Crediti presso Aegon Asset Management per tre anni e presso NIB Capital per due anni. Peter opera nel settore dal 1998. Ha conseguito un master in economia presso l'Università Erasmus di Rotterdam ed è titolare di una certificazione CFA®.

Dettagli

{{'fund.detail.general.perDate' | labelize:[ fundDate(fund.fundFacts.date,'llll') ]}}
Società di gestione
Capitale del fondo
Size of share class
Azioni in circolazione
ISINLU2138604454
BloombergROGGBIE LX
Valoren54405041
WKN
Disponibilità
Data della prima quotazione1587427200000
Chiusura anno finanziario31-12
Stato giuridico
Limite di tracking error ex-ante (%)
Indice di riferimento

Costi del fondo

Spese correnti

Questo fondo deduce spese correnti di
Le spese includono
Commissione di gestione
Commissione di servizio

Costi di transazione

I costi di transazione previsti sono

Commissione di performance

This fund may also deduct a performance fee of

Commissioni aggiuntive

Commissioni di entrata (max)
Commissioni di uscita (max)
Commissioni di sottoscrizione (max)
Commissioni di switch (max)

Trattamento fiscale del prodotto

Il fondo ha sede legale in Lussemburgo; è soggetto alle leggi e alle normative fiscali del Lussemburgo. Il fondo non è soggetto al pagamento di alcuna imposta sulle società, sui redditi, sui dividendi o sugli aumenti di capitale in Lussemburgo. Il fondo è soggetto all'imposta annuale di sottoscrizione ('tax d'abonnement') del Lussemburgo, che ammonta allo 0,01% del valore netto dell'investimento del fondo. Questa imposta è inclusa nel valore netto dell'investimento del fondo. Il fondo può, in linea di principio, utilizzare la rete di trattati e convenzioni del Lussemburgo per recuperare parzialmente qualsiasi imposta alla fonte applicata al proprio reddito.

Trattamento fiscale dell'investitore

Agli investitori non soggetti (esenti) all'imposta sul reddito delle persone giuridiche nei Paesi Bassi (ad esempio i fondi pensione) non vengono applicate imposte sui risultati ottenuti. Gli investitori soggetti all'imposta sul reddito delle persone giuridiche dei Paesi Bassi possono essere soggetti d'imposta per quanto concerne il risultato ottenuto dal loro investimento nel fondo. Gli organi olandesi soggetti all'imposta sul reddito delle persone giuridiche sono obbligati a riportare i redditi da interesse e da dividendo nelle proprie dichiarazioni dei redditi. Gli investitori che risiedono al di fuori dei Paesi Bassi sono soggetti al rispettivo regime fiscale nazionale applicabile ai fondi di investimento esteri. Prima di decidere di investire nel fondo, si raccomanda ai singoli investitori di consultare il proprio consulente finanziario o commerciale per quanto concerne le conseguenze fiscali connesse a questo tipo di investimento e alle proprie circostanze specifiche.

Logo

Disclaimer

Confermo di essere un cliente professionale

Le informazioni e le opinioni contenute in questa sezione del Sito cui sta accedendo sono destinate esclusivamente a Clienti Professionali come definiti dal Regolamento Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007 (articolo 26 e Allegato 3) e dalla Direttiva CE n. 2004/39 (Allegato II), e sono concepite ad uso esclusivo di tali categorie di soggetti. Ne è vietata la divulgazione, anche solo parziale.

Al fine di accedere a tale sezione riservata, si prega di confermare di essere un  Cliente Professionale, declinando Robeco qualsivoglia responsabilità in caso di accesso effettuato da una persona che non sia un cliente professionale.

In ogni caso, le informazioni e le opinioni ivi contenute non costituiscono un'offerta o una sollecitazione all'investimento e non costituiscono una raccomandazione o consiglio, anche di carattere fiscale, o un'offerta, finalizzate all'investimento, e non devono in alcun caso essere interpretate come tali.

Prima di  ogni investimento, per una descrizione dettagliata delle caratteristiche, dei rischi e degli oneri connessi, si raccomanda di esaminare il Prospetto, i KIIDs delle classi autorizzate per la commercializzazione in Italia, la relazione annuale o semestrale e lo Statuto, disponibili sul presente Sito o presso i collocatori.
L’investimento in prodotti finanziari è soggetto a fluttuazioni, con conseguente variazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, ed è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.

Rifiuto