italyit
La sfida: unire le forze nella lotta al cambiamento climatico

La sfida: unire le forze nella lotta al cambiamento climatico

22-04-2021 | Visione
Trovare un’intesa su come agire collettivamente è uno dei maggiori ostacoli nella lotta al cambiamento climatico. Per decarbonizzare, l’economia reale richiede un’intesa tra imprese, consumatori, investitori e tecnologia, guidati da quadri politici. Questa sfida è illustrata nel nostro hub di investimento climatico.

In breve

  • La vera sfida è garantire che ci muoviamo tutti nella giusta direzione 
  • Superare il problema dei dati sulle emissioni di carbonio aiuterà a facilitare la transizione
  • Sono necessari prezzi del carbonio più alti per agire come incentivo 

Nella lotta al cambiamento climatico, i governi hanno l’importante ruolo di creare incentivi efficaci, in modo che consumatori e investitori possano tener conto del vero costo delle loro azioni. Inoltre, c’è bisogno di chiarezza a lungo termine sulle emissioni e sugli standard tecnici da seguire. Questo permetterà al mercato di fare il suo lavoro: incentivi e trasparenza favoriranno una graduale eliminazione e una transizione a livello di industria. 

Ma la responsabilità non è solo dei governi. Riconoscere come le nostre scelte e azioni individuali modellano i risultati globali è vitale, per assicurare un movimento collettivo verso la giusta direzione. Se da un lato è facile puntare il dito contro le aziende che fabbricano prodotti inquinanti, dall’altro dobbiamo pensare anche al ruolo svolto dal comportamento dei consumatori. Senza di loro, la catena si spezza. Anche gli investitori e gli altri stakeholder devono fare la loro parte nel plasmare le strategie aziendali. 

Inoltre, le opportunità di investimento si muovono di pari passo con i progressi nell’economia reale. Gli investitori sono orientati al futuro e possono assumere un ruolo di leadership segnalando al mercato la giusta direzione. Ma la portata e la velocità dei progressi nell'economia reale determineranno le opportunità e i rischi di investimento. Per questo, tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere. Agire collettivamente è un passo fondamentale per creare un impatto reale sul mondo.

Investimento climatico: da emergenza a soluzione
Investimento climatico: da emergenza a soluzione
Per saperne di più

La sfida dei dati

Il contenimento del riscaldamento globale richiede una riduzione delle emissioni di gas a effetto serra dovute all'attività umana. Tuttavia, per gli investitori non è così semplice acquisire i dati necessari per monitorare i livelli di emissione e poterne valutare il tasso di riduzione.

Un problema fondamentale dei dati sull’impronta di carbonio è rappresentato dal fatto che guardano al passato, con un lag temporale medio di circa due anni. Ciò di cui abbiamo veramente bisogno sono metriche più lungimiranti che segnalano se un'azienda si decarbonizzerà in the futurein futuro.

Il secondo problema è che i dati provengono da fonti multiple e sovrapposte, spesso in contraddizione tra loro. Ma dobbiamo fare attenzione a non definire l'intero problema come un problema di dati, perché la vera sfida è di tipo analitico. 

Il terzo problema è legato alla scelta delle metriche da utilizzare. Ad esempio, si valutano le aziende in termini di impronta di carbonio per fatturato o per valore aziendale? Questi fattori fanno un’enorme differenza nel momento in cui il diritto comunitario richiede una cosa e le leggi in altre regioni e Paesi richiedono qualcosa di diverso. Occorre un approccio più coerente. 

Creare gli incentivi appropriati

Il carbon pricing è spesso visto come una soluzione per contenere le emissioni. Tuttavia, esso è lontano dall’essere adottato sulla scala globale necessaria per fare la differenza. Gli attuali prezzi del carbonio sono troppo bassi. La maggior parte dei Paesi non dispone né di una tassa sul carbonio né di un sistema di scambio, oppure ne fa un utilizzo così limitato da impedire che questi agiscano come deterrenti sulle emissioni.

Ma ci sono alcuni segnali che il problema sta iniziando finalmente ad essere preso più sul serio in alcune regioni. Per esempio, il prezzo del carbonio in Europa è ora di 33 euro/ton CO2. Stiamo già assistendo al passaggio dalla produzione di energia a carbone alla produzione di energia a gas a questi livelli di prezzo, e stimolando anche l'innovazione a bassa emissione di carbonio nelle industrie.

Per saperne di più sulle sfide della lotta al cambiamento climatico, visita la sezione dedicata nel nostro hub di investimento climatico.

Questo articolo è tratto dalla nostra piattaforma per l’investimento climatico

Investimento climatico: da emergenza a soluzione
Gli argomenti collegati a questo articolo sono:
Logo

Disclaimer

Confermo di essere un cliente professionale

Le informazioni e le opinioni contenute in questa sezione del Sito cui sta accedendo sono destinate esclusivamente a Clienti Professionali come definiti dal Regolamento Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007 (articolo 26 e Allegato 3) e dalla Direttiva CE n. 2004/39 (Allegato II), e sono concepite ad uso esclusivo di tali categorie di soggetti. Ne è vietata la divulgazione, anche solo parziale.

Al fine di accedere a tale sezione riservata, si prega di confermare di essere un  Cliente Professionale, declinando Robeco qualsivoglia responsabilità in caso di accesso effettuato da una persona che non sia un cliente professionale.

In ogni caso, le informazioni e le opinioni ivi contenute non costituiscono un'offerta o una sollecitazione all'investimento e non costituiscono una raccomandazione o consiglio, anche di carattere fiscale, o un'offerta, finalizzate all'investimento, e non devono in alcun caso essere interpretate come tali.

Prima di  ogni investimento, per una descrizione dettagliata delle caratteristiche, dei rischi e degli oneri connessi, si raccomanda di esaminare il Prospetto, i KIIDs delle classi autorizzate per la commercializzazione in Italia, la relazione annuale o semestrale e lo Statuto, disponibili sul presente Sito o presso i collocatori.
L’investimento in prodotti finanziari è soggetto a fluttuazioni, con conseguente variazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, ed è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.

Rifiuto