italyit
Benchmarking Low Volatility strategies

Benchmarking Low Volatility strategies

15-06-2011 | Ricerca
How should investors evaluate a low volatility strategy? First, they need a benchmark.
  • David Blitz
    David
    Blitz
    Head of Quant Research

Speed read

  • Finding a natural Low Volatility benchmark is not straightforward
  • MSCI Minimum Volatility indices resemble active strategies
  • Capitalization-weighted market portfolio remains the best option
Tieniti aggiornato sull'universo quantitativo
Tieniti aggiornato sull'universo quantitativo
Abbonati

In this article,1 we discuss the benchmarking of low volatility investment strategies, which are designed to benefit from the empirical result that low-risk stocks tend to earn high risk-adjusted returns. Although the minimum-variance portfolio of Markowitz is the ultimate low volatility portfolio, the authors argue that it is not a suitable benchmark, as it can only be determined with hindsight.

This problem can be overcome with investable minimum variance strategies, but because various approaches are equally effective at minimizing volatility, it is ambiguous to elevate the status of any one particular approach to benchmark. For example, the authors discuss the recently introduced MSCI Minimum Volatility indices and conclude that these essentially resemble active low volatility investment strategies themselves, rather than a natural benchmark for such strategies.

In order to avoid these issues, they recommend to simply benchmark low volatility managers against the capitalization-weighted market portfolio, using risk-adjusted performance metrics such as the Sharpe ratio or Jensen’s alpha.

1 Blitz, D.C. and Van Vliet, P., 2011, ‘Benchmarking Low-Volatility strategies’, The Journal of Index Investing.

Disclaimer:

La relazione non è consultabile da utenti di paesi in cui l'offerta di servizi finanziari esteri non è consentita, quali i soggetti statunitensi.

I dati forniti non verranno comunicati a terzi. Le informazioni sono destinate esclusivamente agli investitori professionisti. Tutte le richieste pervenute saranno verificate.

Gli argomenti collegati a questo articolo sono:
Logo

Disclaimer

Confermo di essere un cliente professionale

Le informazioni e le opinioni contenute in questa sezione del Sito cui sta accedendo sono destinate esclusivamente a Clienti Professionali come definiti dal Regolamento Consob n. 16190 del 29 ottobre 2007 (articolo 26 e Allegato 3) e dalla Direttiva CE n. 2004/39 (Allegato II), e sono concepite ad uso esclusivo di tali categorie di soggetti. Ne è vietata la divulgazione, anche solo parziale.

Al fine di accedere a tale sezione riservata, si prega di confermare di essere un  Cliente Professionale, declinando Robeco qualsivoglia responsabilità in caso di accesso effettuato da una persona che non sia un cliente professionale.

In ogni caso, le informazioni e le opinioni ivi contenute non costituiscono un'offerta o una sollecitazione all'investimento e non costituiscono una raccomandazione o consiglio, anche di carattere fiscale, o un'offerta, finalizzate all'investimento, e non devono in alcun caso essere interpretate come tali.

Prima di  ogni investimento, per una descrizione dettagliata delle caratteristiche, dei rischi e degli oneri connessi, si raccomanda di esaminare il Prospetto, i KIIDs delle classi autorizzate per la commercializzazione in Italia, la relazione annuale o semestrale e lo Statuto, disponibili sul presente Sito o presso i collocatori.
L’investimento in prodotti finanziari è soggetto a fluttuazioni, con conseguente variazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, ed è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.

Rifiuto